fbpx

Emergenza Coronavirus – Misure di prevenzione e sicurezza nei centri sportivi

Caro Affiliato,
a fronte delle numerose richieste di chiarimenti relative all’emergenza Coronavirus, il nostro Comitato, Asi Toscana, rimanda alle indicazioni contenute nel Dpcm del 4 marzo 2020 e in particolare invitiamo tutti i centri sportivi affiliati a:

  • Rispettare il divieto di gare e manifestazioni,
  • Promuovere la prevenzione per evitare la trasmissione e il contagio del Coronavirus.

Come si legge dal decreto “sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; resta comunque consentito, nei comuni diversi da quelli di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’allegato 1, lettera d)”:
MANTENERE IN OGNI CONTATTO SOCIALE UNA DISTANZA INTERPERSONALE DI ALMENO UN METRO
Pertanto l’attività ordinaria di corsistica, nelle Aree non rientranti nell’Area Rossa (province di Bergamo, Lodi, Piacenza e Cremona e i comuni: Bertonico; Casalpusterlengo; Castelgerundo; Castiglione D’Adda; Codogno; Fombio; Maleo; San Fiorano; Somaglia; Terranova dei Passerini; Vo’) sarà ammessa a condizione che venga rispettata la misura di cui alla “lettera D” dell’allegato 1: Mantenere in ogni contatto sociale una distanza interpersonale di almeno un metro.
Il rispetto di quanto sopraindicato contribuirà ad evitare misure di sicurezza più restrittive come la chiusura temporanea del centro o la sospensione di tutte le attività, nel caso in cui la situazione peggiori.
In generale, in questa fase è importate che ogni cittadino si impegni a seguire i consigli e le buone prassi per limitare i contagi, proteggere i soggetti più a rischio ed evitare l’emergenza sanitaria. È responsabilità di tutti contribuire a far in modo che questa situazione di crisi rientri il prima possibile e il solo modo per farlo è rispettare le misure di sicurezza indicate.
È anche responsabilità dei gestori dei centri sportivi, far rispettare le regole dal personale addetto e dagli utenti e di sospendere tutte quelle attività che non permettono il rispetto della distanza minima di sicurezza.
Per favorire la corretta divulgazione delle prassi per la prevenzione alleghiamo una locandina con le misure igienico-sanitarie da esporre in tutte le sale, anche in più copie, in reception, negli spogliatoi, nell’area ristoro e nel centro estetico.
La locandina allegata è personalizzabile con il nome delle vostro centro. A completamento alleghiamo il testo del Dpcm del 4 marzo 2020.
La nostra segreteria rimane a disposizione per darvi supporto.
 

Allegato 1 – Misure igienico-sanitarie da seguire

 

DPCM – Presidenza del Consiglio dei Ministri

 
Bientina lì, 05/03/2020
Studio Mattonai

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi fissare un appuntamento presso il nostro Studio?

Riempi questo modulo, il nostro staff ti contatterà il prima possibile.