CONTRATTI  DI SOLIDARIETÀ

Contratti di solidarietà e fruizione degli sgravi contributivi: on line il nuovo applicativo web

Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Circolare 3 ottobre 2019, n. 17
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – con Circolare del 3 ottobre 2019, n. 17 – ha fornito alcune istruzioni operative in merito alla riduzione contributiva, ex Decreto MLPS/MEF n. 278/2019, riconosciuta in favore delle imprese che stipulano o hanno stipulato contratti di solidarietà, ex art. 6, comma 4, D.L. n. 510/1996.
Dal 2 novembre al 10 dicembre di ogni anno verrà messa a disposizione per tutte le imprese interessate l’applicativo web “sgravicdsonline”.

Vedi l’Approfondimento

 

 

DURC E REGOLARITÀ CONTRIBUTIVA

Contratto di apprendistato: aliquote ridotte e cd. DURC positivo

Corte d’Appello di Milano, sentenza 9 settembre 2019, n. 1075
La Corte d’Appello di Milano – con sentenza del 9 settembre 2019, n. 1075 – ha ribadito che la contribuzione ridotta per gli apprendisti non si configura come un beneficio contributivo: pertanto, non è subordinata alla sussistenza del requisito della regolarità contributiva (cd. DURC positivo).
I giudici di secondo grado hanno concluso per la non applicabilità al contratto di apprendistato dell’art. 1, comma 1175, legge n. 296/2006, richiamando l’interpretazione fornita dal MLPS con Circolare n. 5/2008 e con la Nota n. 1677/2016 (recepita dalla Circolare INPS n. 51/2008 e richiamata dalla sentenza della Cassazione n. 6428/2018).

 

 

INCENTIVI ALLE AZIENDE

INPS: novità sullo sgravio contributivo sulle erogazioni previste dai CCNL di II livello

INPS, Messaggio 8 ottobre 2019, n. 3634
L’INPS – con Messaggio dell’8 ottobre 2019, n. 3634 – ha fornito alcuni chiarimenti in merito allo sgravio contributivo previsto sulle erogazioni normate dai contratti collettivi di II livello per l’anno 2013.
Al riguardo, l’Istituto ha rideterminato la percentuale (passando dal 2,25% al 2,47%) della retribuzione dei lavoratori interessati individuando il tetto retributivo massimo sul quale opera il beneficio; pertanto, i datori di lavoro precedentemente autorizzati allo sgravio, potranno ora recuperare in sede di conguaglio contributivo l’ulteriore percentuale spettante.

Vedi l’Approfondimento

 

 

INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Al via il progetto sperimentale “Inps PER tutti”

INPS, Messaggio 11 ottobre 2019, n. 3685
L’INPS – con Messaggio dell’11 ottobre 2019, n. 3685 – ha fornito ulteriori precisazioni e chiarimenti operativi utili in merito all’avvio sperimentale del progetto “Inps PER tutti”.
L’obiettivo dell’iniziativa, nell’ambito delle azioni che l’Istituto adotta già da diversi anni volte a differenziare l’offerta di servizi ai Cittadini e ad anticiparne le istanze, è quella di favorirne l’accessibilità da parte di coloro che, pur avendo il “diritto”, hanno difficoltà a presentare la domanda per varie ragioni, anche legate ad un contesto di emarginazione.

 

Aggiornata la Tabella di indennizzo del danno biologico in capitale

Inail, Circolare 11 ottobre 2019, n. 27
L’INAIL – con Circolare dell’11 ottobre 2019, n. 27 – ha reso noto d’aver adeguato la Tabella di indennizzo del danno biologico in capitale.
Tale nuova Tabella di indennizzo del danno biologico in capitale è unicasia per gli uomini che per le donne, mentre gli importi continuano a essere individuati per classi di età e per grado di menomazione dell’integrità psico-fisica compreso fra il 6% e il 15%.
La Tabella si applica sugli infortuni verificatisi e le malattie professionali denunciate dal 1° gennaio 2019.
Invece, per gli eventi lesivi antecedenti al 1° gennaio 2019 restano confermati i criteri applicativi utilizzati per i due precedenti aumenti straordinari e per la rivalutazione annuale con decorrenza 1° luglio 2018 applicata agli importi erogati a seguito di provvedimenti emanati a decorrere dalla predetta data.

 

INPS: ripresa del versamento dei contributi sospesi per le aziende colpite dal sisma del 2016/2017

INPS, Messaggio 9 ottobre 2019, n. 3646
La legge 14 giugno 2019, n. 55 ha stabilito che, con riferimento ai comuni del Centro Italia colpiti dal sisma del 2016 e del 2017, gli adempimenti e i versamenti dei contributi sospesi vengano effettuati in unica soluzione entro il 15 ottobre 2019, senza applicazione di sanzioni e interessi.
L’INPS – con Messaggio del 9 ottobre 2019, n. 3646 – ha fornito le indicazioni per il versamento mediante rateizzazione dei contributi sospesi e per la presentazione della relativa domanda, che deve essere trasmessa esclusivamente in via telematica, direttamente dal titolare, dal legale rappresentante o dagli intermediari abilitati.
L’importo minimo di ciascuna rata non può essere inferiore a € 50,00.
Il versamento delle rate successive a quelle il cui versamento deve essere effettuato entro il 15 ottobre 2019 dovrà essere eseguito entro il giorno 16 di ogni mese.
Il mancato pagamento di due rate, anche non consecutive, comporterà la decadenza dal piano rateale e l’importo residuo, al quale saranno applicati gli interessi legali, sarà formato in Avviso di Addebito e contestualmente consegnato agli Agenti della Riscossione per le successive attività di recupero.

 

 

INPS, PRESTAZIONI

Come cambia la DIS-COLL dopo l’entrata in vigore del D.L. n. 101/2019

INPS, Messaggio 4 ottobre 2019, n. 3606
L’INPS – con Messaggio del 4 ottobre 2019, n. 3606 – ha comunicato che a seguito delle modifiche apportate dall’art. 2, D.L. n. 101/2019, all’art. 15, comma 2, D.Lgs. n. 22/2015, sussistono delle novità in ordine al requisito contributivo necessario per l’accesso alla prestazione DIS-COLL.
L’istruttoria delle domande DIS-COLL, attivabile dall’applicazione DsWeb, è stata adeguata alle suddette novità.

Vedi l’Approfondimento

 

INPS: calcolo dell’ANF in caso di nucleo con componenti minorenni inabili

INAIL, Circolare 23 settembre 2019, n. 25
L’INPS – con Messaggio del 4 ottobre 2019, n. 3604 – ha fornito alcuni chiarimenti in merito all’accertamento del diritto alla maggiorazione dell’importo dell’assegno per il nucleo familiare in caso di nucleo con componenti minorenni inabili.
Al riguardo, ai fini del riconoscimento della maggiorazione di importo degli ANF, possono essere presi in considerazione anche soggetti fruitori dell’indennità di frequenza, ma essendo il complesso menomativo del minore titolare dell’indennità di frequenza dispiegato in un ampio ventaglio di situazioni sottese, è necessario richiedere parere endoprocedimentale all’Ufficio medico legale di Sede per una disamina della fattispecie.

 

 

APPROFONDIMENTI
CONTRATTI DI SOLIDARIETÀ

I chiarimenti del MLPS sulle riduzioni contributive per le imprese che stipulano contratti di solidarietà

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – con Circolare n. 17/2019 – ha fornito alcune indicazioni sulla riduzione contributiva riconosciuta in favore delle imprese che stipulano o hanno stipulato contratti di solidarietà.
Al riguardo, il MLPS ha reso noto che a decorrere dal 2 novembre e fino al 10 dicembre di ogni anno verrà messa a disposizione per tutte le imprese interessate l’applicativo web “sgravicdsonline”.
L’accesso al nuovo applicativo potrà avvenire:

  • utilizzando le credenziali del sistema “cliclavoro”, ottenibili, nel caso non ancora in possesso, attraverso la consueta procedura online;

oppure

  • utilizzando le credenziali SPID, rilasciate da uno dei gestori autorizzati dall’AGID (https://www.spid.gov.it/).

Per ogni soggetto richiedente, saranno messi a disposizione i propri macro-dati delle pratiche presenti nel sistema “CIGS on-line”, conseguenti ai contratti di solidarietà stipulati.
Nell’applicativo web “sgravicdsonline” sarà, dunque, possibile compilare l’istanza, completa di elenco nominativo dei lavoratori interessati, contenente per ciascun nominativo:

  • la percentuale di riduzione oraria applicata che sia superiore al 20%,
  • numero e data della marca da bollo, che sarà mantenuta agli atti dall’istante.

Il sistema rilascerà un modulo istanza compilato con i dati dell’impresa e completo di un codice comunicazione. Tale procedura sarà l’unica ammessa per la compilazione delle istanze di decontribuzione da parte delle imprese. Non sarà ammessa altra modulistica.
L’istanza, firmata digitalmente e in bollo, potrà essere presentata esclusivamente attraverso il nuovo applicativo, seguendo le istruzioni in esso indicate, non essendo più ammesso l’invio a mezzo PEC.
Infine, il soggetto richiedente dovrà dichiarare nell’istanza, a pena d’inammissibilità, la propria previsione del quantum della riduzione contributiva richiesta, oltre al codice pratica relativo alla domanda di integrazione salariale per contratto di solidarietà presentata nel sistema denominato “Cigs on-line”.

 

INCENTIVI ALLE AZIENDE

Sgravio contributivo per l’anno 2013: ridefinito dall’INPS il tetto retributivo per il ricalcolo

L’INPS – con Messaggio dell’8 ottobre 2019, n. 3634 – ha comunicato d’aver ricalcolato il tetto retributivo relativo allo sgravio contributivo dei premi corrisposti nel 2013, previsti dai contratti collettivi di II livello.
Com’è noto, il Decreto Interministeriale MLPS/MEF del 14 febbraio 2014 aveva disciplinato l’incentivo riferito ai premi corrisposti nel 2013, individuando – tra l’altro – nel 2,25% della retribuzione dei lavoratori interessati il tetto entro il quale è stato possibile richiedere il beneficio.
Il medesimo provvedimento prevedeva, inoltre, che in relazione al monitoraggio delle domande e delle risorse finanziarie impegnate, il tetto potesse essere rideterminato in sede di Conferenza dei servizi tra le amministrazioni interessate.
Ora l’INPS, con il Messaggio n. 3634/2019, ha precisato che le somme residue riferite al 2013 saranno utilizzate rideterminando il tetto della retribuzione dei lavoratori interessati fino alla percentuale del 2,47%.
Pertanto, i datori di lavoro potranno recuperare un ulteriore sgravio contributivo (pari al 0,22% della retribuzione dei lavoratori interessati), da conguagliare entro il giorno 16 gennaio 2020.
Le percentuali aggiuntive potranno essere fruite nella loro interezza esclusivamente in presenza di premi il cui ammontare complessivo si sia collocato nei limiti del tetto rideterminato (2,47%) ovvero lo abbia superato. Conseguentemente, laddove l’erogazione oggetto di sgravio sia stata di importo inferiore rispetto a detta percentuale, i datori di lavoro dovranno limitarsi al recupero della sola quota effettivamente spettante.

 

INPS, PRESTAZIONI

I chiarimenti INPS sui nuovi requisiti contributivi per la fruizione della DIS-COLL

L’INPS – con Messaggio del 4 ottobre 2019, n. 3606 – ha ricordato i nuovi requisiti contributivi necessari per richiedere Indennità di disoccupazione DIS-COLL per i soggetti che hanno terminato un rapporto di co.co.co.
Tale indennità – istituita sperimentalmente dall’art. 15, D.Lgs. n. 22/2015 e successivamente “stabilizzata” con l’art. 7, legge n. 81/2017 – ha subito una ulteriore modifica dall’art. 2, D.L. n. 101/2019: la nuova norma ha, infatti, previsto che l’indennità DIS-COLL è riconosciuta ai soggetti che (in luogo dei precedenti tre mesi di contribuzione richiesti) possano far valere un mese di contribuzione nel periodo che va dal 1° gennaio dell’anno civile precedente l’evento di cessazione dal lavoro al predetto evento.
Pertanto, per gli eventi di disoccupazione verificatisi a far data dal 5 settembre 2019 (data di entrata in vigore del D.L. n. 101/2019) la prestazione DIS-COLL è riconosciuta ai soggetti che presentano congiuntamente i seguenti requisiti:

  • siano, al momento della domanda di prestazione, in stato di disoccupazione, ex art. 19, comma 1, D.Lgs. n. 150/2015;
  • possano far valere almeno un mese di contribuzione nel periodo che va dal 1° gennaio dell’anno civile precedente l’evento di cessazione dal lavoro al predetto evento (accredito contributivo di una mensilità).

 

PRINCIPALI SCADENZE

Data scadenza Ambito Attività Soggetti obbligati Modalità
Oggi Lunedì

21/10/2019

Fondi Previndapi  denuncia e versamento trimestrale contributi Dirigenti iscritti Aziende Piccola Media Industria Modello PREV/1 e versamento su C/C bancario
Oggi Lunedì

21/10/2019

Fondi Previndai denuncia e versamento trimestrale contributi Dirigenti iscritti Aziende industriali Bonifico bancario – Denuncia telematica al fondo
Oggi Lunedì

21/10/2019

FASC Denuncia e versamento contributi relativi al mese precedente dovuti al fondo di previdenza per gli impiegati Imprese di spedizione e agenzie marittime che applicano il Ccnl Agenzie marittime e aeree e il Ccnl Autotrasporto merci e logistica Bonifico bancario – Denuncia telematica
Venerdì

25/10/2019

ENPAIA Denuncia delle retribuzioni e versamento dei contributi previdenziali per gli impiegati Aziende agricole M.A.V. bancario – denuncia on line
Venerdì

25/10/2019

Mod.730 Presentazione al CAF dipendenti o a professionista abilitato del modello 730 integrativo Lavoratori dipendenti, collaboratori coordinati e continuativi, pensionati che hanno presentato il modello730/2017 al sostituto d’imposta, CSF o professionista abilitato Presentazione
Giovedì

31/10/2019

INPS ex Enpals Denuncia contributiva e retributiva – Uniemens individuale comunicazione dei dati retributivi e contributivi Aziende settori sport e spettacolo Trasmissione telematica
Giovedì

31/10/2019

INPS Denuncia contributiva e retributiva – Uniemens individuale comunicazione dei dati retributivi e contributivi Datori di lavoro Trasmissione telematica
Giovedì

31/10/2019

INPS Denuncia trimestrale lavoro agricolo Aziende agricole Modello DMAG-Unico telematica
Giovedì

31/10/2019

LUL Stampa Libro Unico del Lavoro relativo al periodo di paga precedente Datori di lavoro, intermediari obbligati alla tenuta Stampa meccanografica – Stampa Laser
Giovedì

31/10/2019

Mod.770 Trasmissione all’Agenzia delle Entrate del modello 770 2019 Sostituto d’imposta Trasmissione telematica

 

 

Tratto da My Solution

Bientina lì, 21/10/2019

Studio Mattonai

Lascia un commento